Close

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy. Chiudendo questo banner, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.   Cookie Policy.

circolo Arci
Gli istruttori e i corsi.

Clicca qui per compilare il modulo di pre-iscrizione ai corsi.

Gli istruttori.


Antonella ed Emiliano iniziano a ballare in Italia, a Padove ed a Trieste, seguendo percorsi formativi differenti: l′interesse per l′eleganza, il portamento e gli aspetti relazionali, dovuti ad una formazione classica, artistica e ad un′esperienza decennale come insegnante nel mondo della disabilità, per Antonella; Emiliano, che inizialmente studia tango salón, è incuriosito dalle proposte della nuova generazione di maestri ed è verso queste che orienta la propria ricerca e studio. Come coppia, scelgono di costruire un lavoro comune che trova origine nella tradizione e trova punto d′unione nel piacere del ballo: abbraccio e improvvisazione giocano un ruolo fondamentale; un tango intenso, fortemente legato alla relazione ed alle possibilità ritmiche. Periodicamente “vivono” a Buenos Aires per perfezionarsi ed approfondire tecnica, stile e metodologia di insegnamento. Da alcuni anni si occupano della diffusione di questa danza attraverso l′insegnamento e l′organizzazione di eventi e spettacoli collaborando con artisti, ballerini, coreografi e gruppi musicali. Dal 2004, come coppia, si esibiscono in molte città Italiane tra cui Padova, Bologna, Bergamo, Vicenza, Parma, Trieste, Cagliari, Mantova, Cuneo, Campione d′Italia, Perugia, Modena, Riccione, Verona, Reggio Emilia. Nel luglio del 2009 si sono esibiti in alcune delle milongas più tradizionali di Buenos Aires come il “Cachirulo”, il “Caricias” ed il “Sin rumbo”, nel 2010 alla “Confiteria Ideal”, nel 2011 al “Sueno Porteno”, dove sono stati molto apprezzati per la ritmica e l′eleganza del loro “camminare” nel tango.




Antonella Miorelli.

Diplomata all′Accademia di Belle Arti di Venezia, incontra giovanissima la danza classica studiandola per dieci anni. In seguito affronta altre tematiche legate alla danza, all'arte e al teatro. Tra le più significative sicuramente le esperienze legate alla filosofia antroposofica, all&prome;Arte Terapia, all′esperienza teatrale condotta dall′Associazione “Ottavo Giorno” e alle collaborazioni con il ballerino Thierry Parmentier. Prima di iniziare a dedicarsi unicamente al Tango, gestisce e coordina un laboratorio artistico con persone disabili ed è proprio in questo ambito che incontra la “Danceability”, forma di danza-terapia, guidata dai ballerini A. Alessi e E. Blackwell. Studia e affronta temi legati alla comunicazione non verbale e alle dinamiche di gruppo, programmazione e progettazione di attività e percorsi finalizzati alla realizzazione di testi alternativi. Inizia a ballare tango argentino nel ′97 a Padova, con i maestri T. Bert e A. Di Luzio. Parallelamente frequenta stage e corsi di specializzazione in Italia e Argentina, approfondendo tecnica, stili e modalità d′insegnamento. Studia con maestri di fama internazionale, tra cui Graciela Gonzales che riconosce come sua insegnante di riferimento. Dal 2000 si dedica unicamente all′insegnamento e alla divulgazione di questa danza e collaborando con artisti, ballerini, coreografi e gruppi nazionali per l′organizzazione di spettacoli ed eventi (con il gruppo musicale Chantango in vari teatri, con il gruppo musicale di Carlos Facundo Diaz, nel 2001 “Un Tango per la vita”, quintetto Astor Piazzolla, coreografie di Thierry Parmentier, Vicenza (Auditorium Canneti) e “Omaggio a Frida Kahlo” performance con e coreografie di T. Parmentier, collabora alla realizzazione del video promozionale “One Man Show” regia di Alejandro Fabian Hojman, con il gruppo musicale Quejas de bandoneon a Caerano S. Marco, “Poesia y Tango” con il gruppo musicale Trio Nuevo Tango, coreografie di T. Parmentier a Castello Quistini (Brescia) e “Sogno in una notte di mezza estate”, spettacolo teatrale, regia di Pippo Gentile. Nel 2004 incontra Emiliano con il quale consolida l′esperienza di insegnamento e ballo.


Emiliano Casalli.

Sin da giovanissimo ha praticato sport a vari livelli (judo, tennis); in uno in particolare, lo sci, anche con risultati agonistici di rilievo. Durante il periodo del massimo impegno di studio, che lo ha portato alla laurea in Ingegneria Chimica, ha dedicato poco tempo alle attività fisiche ma non è mai andata scemando la passione per il “movimento”; nel ′98, a Trieste, ha conosciuto il Tango Argentino alla scuola di U. Sincovich e dall′anno successivo ha partecipato a numerosi stage e festival dove ha studiato con ballerini ed insegnanti di fama internazionale (oltre alla partecipazione a “Dal Barocco al Tango”, spettacolo teatrale, musiche di Paolo Pessina, Trieste (Teatro Miela) e “La verità” di Italo Svevo, spettacolo teatrale, Teatro Stabile La Contrada, Trieste). Significativamente: nel 2001 a Neufchateau (Belgio) ha partecipato ad un seminario (per una settimana) di studio intensivo con G. Naveira e G. Anne e da allora ha scelto di approfondire la ricerca delle dinamiche legate all′improvvisazione iniziando a lavorare con continuità con A. Colombo e A. Rizzotti. Nel 2002 ha iniziato ad insegnare il Tango Argentino promuovendone la diffusione (come co-fondatore di un′associazione, Club TangoNuevo, che si è occupata della organizzazione e della divulgazione del tango argentino a Trieste). Due circostanze, nel 2004, sono state, insieme, decisive nel suo percorso: la “scoperta” del Tango come fortemente legato alla relazione con l′altro, all′“abbraccio” ... e l′incontro con alcuni maestri ”milongueri“, a Buenos Aires, che lo hanno stimolato ad approfondire, del tango, le sue possibilità ritmiche. Da quell'anno balla ed insegna con Antonellina. Un ringraziamento speciale è per G. Gonzales, Cecilia e Oscar Gauna, R. Viqueira, Fernando Galera e Vilma Vega.

Visita il sito di Antonellina ed Emiliano - aetango


Mirko Maghenzani.

Inizia lo studio del Tango, come danza e come cultura, con il maestro Maurizio Sciortino per poi continuare la sua formazione con il maestro Fulvio Giubellini. In tutto il periodo di studio frequenta numerosi corsi di perfezionamento e stage con alcuni fra i più grandi maestri, tra cui Sebastian Arce e Mariana Montes, “El Pibe” Avellaneda, Pablo Garcia, Neri Luciano Piliù, Lucas Di Giorgio, Jorge Damiàn Marino e Sara Parnigoni, Carlos Espinoza e Noelia Hurtado, in Italia, e Carlos Copello, Facundo De La Cruz e Paola Sanz in Argentina. Partecipa tutt′ora a corsi di aggiornamento sui diversi stili di ballo e sulle metodologie di insegnamento.
Studia danza moderna con la coreografa Alessandra Montanini come membro della compagnia “Fontana Lata”.

Qui il curriculum completo di Mirko Maghenzani.

Stefania Salami.

Provenienza dalla scuola di danza classica Marc Digout. Incomincia a studiare tango a Modena nell’anno 2006/07 presso la scuola Otrotango di Pierantozzi Daniele. Parteciperà all’allestimento ed alla messa in scena dello spettacolo di tango Suburb Tango presso la medesima scuola nell’ottobre 2007. Nella stagione autunnale/invernale 2007 assisterà nell’insegnamento per corsi principianti il Maestro Pierantozzi. Nella primavera 2008 e per tutto il 2009 seguirà i maestri Oriel Toledo e Maria Azahara Cruz, portando avanti con loro un intenso discorso sulla struttura del tango. Lezioni singole e stage con Cesira Miceli, Antonellina ed Emiliano, Francesca Carabelli, Sebastian Achaval e Roxana Suarez.

Claudio Contrasti.

Dopo essersi dedicato per circa 8 anni al ballo della salsa, nel 2004 conosce il tango argentino e ne resta subito affascinato. Frequenta nei primi 3 anni i corsi di quasi tutti gli insegnanti presenti allora sulla piazza di Modena ( Francesca Siso ,Daniele Pierantozzi, Tobias Bert). Nel frattempo stava nascendo “l’idea” di aprire una milonga a Modena dove si ballasse il sabato sera. Diventa uno dei soci fondatori del “Mala Yunta” ,ora, conosciutissima milonga in Modena. Questa nuova esperienza gli permette di partecipare a tutti i corsi tenuti nel circolo e di vivere “spalla a spalla” per diversi mesi con gli insegnanti, di grande qualità, che negli anni si sono susseguiti. Nell’ordine: Oriel Toledo e Azahara Cruz, Armando Orzuza e Nuria Martinez, Los Hermanos Macana (Enrique e Guillermo de Fazio), Roberto Reis e Natalia Lavandeira, Tobias Bert e Loredana De Brasi, Emiliano Casalli e Antonellina Miorelli. Tutti questi maestri gli hanno permesso di arricchire il suo bagaglio di “informazioni” sui metodi e sulle modalità di insegnamento del tango argentino. Dal 2010 tiene corsi per principianti di 1° e 2° livello all’interno del circolo “Mala Yunta di Modena” e cerca di trasferire, con grande entusiasmo e passione ciò che ha appreso da tanti maestri professionisti.

Linda Piccinini.

Si avvicina al tango nel 2007, cominciando a seguire un corso con i maestri Fedele Pastore e Antonella D'Andrea a Mirandola. Successivamente svolge lezioni private con loro e con altri maestri, per un migliore apprendimento e approfondimento della tecnica tanguera. Negli anni successivi segue vari stage sia di tango che di milonga. Nel 2011 studia tango in Spagna, seguendo corsi con maestri argentini per 9 mesi. Dal 2013 comincia l'insegnamento di un corso di primi passi a Sassuolo affiancando Claudio Contrasti, che viene ripetuto anche nel 2014. Contemporaneamente approfondisce lo studio della tecnica seguendo corsi con i maestri Emiliano Casalli e Antonellina Miorelli.

I corsi.

Qui sotto il programma dei corsi di tango argentino presso il circolo culturale della Mala Yunta di Modena.

Lunedì :
ore 20,30 inizio Corso Intermedi
ore 21,45 inizio Corso Avanzati
con Antonellina Miorelli e Emiliano Casalli

Mercoledì :
ore 20,15 Corso Principianti
ore 21,15 Corso Allievi secondo anno
con Claudio Contrasti, Linda Piccinini e Silvia Contri

Giovedì :
ore 20,00 Corso Principianti
ore 21,15 Corso Intermedi
con Stefania Salami e Mirko Maghenzani

Convenzione con il CUS di Modena.


I corsi si terranno presso la nostra sede a Modena, via Cabassi 42.

Per informazioni dettagliate: Claudio 331 6633325, Stefania 339 7801343

Vai alla pagina contatti per essere richiamato ed avere informazioni sui corsi.

© Mala Yunta Modena